San Cassiano di controne - Bagni di Lucca on line

Vai ai contenuti

Menu principale:

San Cassiano di controne

S. CASSIANO DI CONTRONE (490 m s.l.m. -abitanti 377)  

Poco dopo, sulla nostra destra s'incontra ciò che resta dell'antico Oratorio di S. Rocco, che fu un tempo anche luogo dove si riunivano i rappresentanti della Comunità. A sinistra una strada conduce a Montefegatesi (cfr. pag. 63), a destra si va per Vetteglia, piccolo e ben conservato nucleo abitato.
Davanti a noi cominciano ad apparire le Ravi del Pratofiorito, importanti e ben visibili smottamenti del terreno che alla fine del XVIII sec. causarono la scomparsa degli  abitati di Celle e di Cerro.
Durante le belle giornate non è difficile vedere volteggiare nell'aria le vele degli appassionati di parapendio, che considerano il decollo dal Pratofiorito come uno dei più spettacolari della Provincia.
L'Oratorio di S. Giuseppe che incontriamo sulla nostra sinistra, ci dice che siamo arrivati nel paese, un tempo popoloso e ricco di commerci.
Assai incerta l'origine del nome Controne, termine col quale, forse, gli abitanti dei paesi del versante sinistro del Lima chiamarono questa vasta zona che stava loro di contro.
Pochi metri più avanti ecco la Chiesa Monumentale di S. Cassiano di Controne, con il suo campanile coronato da merli ghibellini e la enigmatica facciata.
Della Chiesa si ha menzione fin dal sec. VIII, ma non è certo che l'attuale struttura risalga a quel periodo. Probabilmente il campanile è del secolo citato, ma la Chiesa è con ogni probabilità più tarda e cioè dell'XI o XII secolo. Fino a qualche anno fa la facciata non era leggibile nei suoi raffinati decori, nei suoi calcari bianchi e grigi, nei suoi ornati simbolici, a causa d'alghe e licheni che su di essa  erano cresciuti nel tempo.  Oggi, grazie ad un radicale intervento di restauro, questo capolavoro d'arte ecclesiale lucchese è stato restituito al suo originario splendore. Diamo succintamente alcune chiavi di lettura dei principali elementi che costituiscono la facciata.

News

Eventi del paese

I testi descrittivi dei luoghi e le nozioni storiche sono tratti dalla
"GUIDA DEI BAGNI DI LUCCA" di Cherubini Marcello e Massimo Betti
Per Informazioni scrivi a
speziale@farmaciabetti.it

Torna ai contenuti | Torna al menu