Montefegatesi - Bagni di Lucca on line

Vai ai contenuti

Menu principale:

Montefegatesi

MONTEFEGATESI (842 m s.l.m. - abitanti 217) e ALBERETA (1090 m s.l.m.)

Per raggiungere questo paese al limite nord-ovest del territorio Comunale, possiamo servirci di due strade.
La prima si stacca dalla strada della Controneria sulla sinistra dell'Oratorio di S. Rocco (cfr. pag. 56) a circa 8 Km dal Capoluogo; l'altra, che consigliamo, parte da Ponte a Serraglio e, attraverso Granaiola, dopo la chiesa di Monti di Villa (cfr. pag. 48), sale dolcemente e ci porta in pochi chilometri e  in mezzo a boschi di castagno, alla chiesetta di S. Anna, conosciuta un tempo col nome di Eremitorio di Foce Colonia. Qui merita fare una sosta per osservare il panorama che spazia sul  versante della Garfagnana fino alle Apuane e all'Appennino e sul versante della Val di Lima fino alle Pizzorne. La chiesina fu costruita tra il 1605 e il 1609, ma il portico a tre archi è certamente posteriore  poiché  occlude parte del semplice rosone  della facciata. Molte leggende sono legate agli eremiti che vi hanno soggiornato nei secoli.
Lasciato l'Eremitorio, dopo qualche curva, fra le fronde dei castagni appare, sulla nostra sinistra, la sagoma di Montefegatesi disteso su di uno sperone roccioso, con alle spalle le cime dell'Appennino Tosco Emiliano. Sulla sommità del paese s'intravede una stele di cui poi diremo.
Siamo così giunti ad incontrare la strada che proviene dalla Controneria; voltando a sinistra, in breve, si arriva al paese.  Lasciamo l'autovettura sul piazzale che vediamo a destra, da cui parte una strada sterrata che porta all'ingresso dell'Orrido di Botri (cfr. pag. 113).
La stretta via Condotto attraversa le prime case e arriva in piazza XX Settembre dove osserviamo il busto di Giuseppe Garibaldi, una fontana in pietra sormontata dal simbolo del paese, le lapidi e un cippo a ricordo dei Partigiani caduti nell'ultima guerra e una piccola Cappella risalente al sec. XVIII.
Dalla piazza si dipartono due caratteristiche vie che permettono di addentrarci in questo bel paese chiamato Montefegatesi perché edificato su un costone roccioso color rosso fegato.

News

18-27 Luglio 2014  Mostra storica dell'emigrazione Motefegatesi teatro "Ermete Zacconi"

I testi descrittivi dei luoghi e le nozioni storiche sono tratti dalla
"GUIDA DEI BAGNI DI LUCCA" di Cherubini Marcello e Massimo Betti
Per Informazioni scrivi a
speziale@farmaciabetti.it

Torna ai contenuti | Torna al menu