Cenni Storici del comune di bagni di Lucca - Bagni di Lucca on line

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bagni di Lucca cenni storici

LA STORIA
Bagni di Lucca è il comune montano più vasto d’Italia.

Probabilmente note fin dall'antichità romana, le sorgenti termali di Bagni di Lucca acquistarono grande rinomanza nell'XI secolo, ai tempi della contessa Matilde di Canossa, fino a diventare una delle maggiori stazioni termali d'Europa.

Elite del turismo europeo prima che l'invasione dei litorali facesse dimenticare quest'angolo di Lucchesia che gli inglesi chiamavano la Svizzera della Toscana.Proprio gli anglosassoni furono i primi a scoprire Bagni di Lucca e le proprietà terapeutiche delle sue acque, amandola al punto da farne una piccola patria.

Fu gradito ritrovo della nobiltà e dei diplomatici di tutta Europa, accreditati presso la corte di Lucca ed il Granducato di Toscana e fu meta di illustrissimi ospiti, fra cui poeti come Byron, Shelley, Lever, Giusti, Monti, Carducci, Pascoli, Montale; scrittori come Dumas, musicisti come Strauss, Listz, Paganini, Puccini, Mascagni; politici e regnanti come i Napoleonidi, la regina Margherita, D'Azeglio, Galeazzo Ciano; religiosi come San Luigi Gonzaga, Santa Gemma Galgani, i papi Sisto IV e Sisto V.
La gloria di questo piccolo centro però, non si esaurisce nel ricordo del suo glorioso passato. Le sue 19 sorgenti termali continuano a sgorgare dalle falde del Colle di Corsena. Due grotte a vapore naturale, la cui temperatura oscilla fra i 40 ed i 47°C, sono il cuore del complesso termale: oltre ad essere indicate nel trattamento dell'obesità, dismetabolismi ed artropatie, sono rivolte a tutti coloro che vogliano mantenere una perfetta forma fisica. Artrosi, esiti di traumi sportivi e fratturativi, discopatie ed altre patologie dell'apparato locomotore possono trarre beneficio dai fanghi. Le patologie croniche dell'apparato respiratorio e delle prime vie aeree vengono trattate secondo le esigenze con aerosol, inalazioni o nebulizzazioni. Queste acque si sono rivelate particolarmente efficaci per le riniti allergiche dell'infanzia e dell'adolescenza. Bagni ed idromassaggi sono a disposizione di chi lamenta vasculopatie periferiche e malattie della pelle ma anche di chi voglia solo sottoporsi a trattamenti cosmetologici o preventivi così come il massaggio gengivale è indicato non solo per la cura ma anche per la prevenzione di piorrea e paradontosi.Le cure ginecologiche con irrigazioni ed applicazioni di fanghi sono un'antica tradizione per una stazione nota in tutta Europa già nel XVI secolo per il trattamento della sterilità.
Infine bere l'acqua da bibita passeggiando nel parco di Villa Ada regolarizza l'intestino, ha effetti benefici sullo stomaco e sul fegato, migliora il metabolismo, risolve problemi digestivi. Ai classici trattamenti termali è possibile abbinare terapie fisiche e massofiochinesiterapiche nonché attività ludiche e sportive: il tutto in un ambiente che mantiene il fascino dell'esclusiva stazione termale ottocentesca.  
Un cronista dell'800 riferendosi alle frequentazioni dei Bagni di Lucca da parte della più bella aristocrazia europea scrisse "...ai Bagni di Lucca si sta fra altezze reali fino a mezza gamba!"
Stilare un elenco completo dei personaggi illustri che hanno soggiornato ai Bagni di Lucca e che si sono avvalsi delle cure delle nostre acque termali

panorama

I testi descrittivi dei luoghi e le nozioni storiche sono tratti dalla
"GUIDA DEI BAGNI DI LUCCA" di Cherubini Marcello e Massimo Betti
Per Informazioni scrivi a
speziale@farmaciabetti.it

Torna ai contenuti | Torna al menu